• Marco Marchegiani

FOBIA SPECIFICA: CRITERI DIAGNOSTICI

Aggiornato il: 23 ott 2019


In questo approfondimento, riporto la classificazione dei Disturbi d’Ansia adottata dal DSM-IV [American Psychiatric Association (2000). DSM-IV-TR Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, Fourth Edition, Text Revision. Edizione Italiana: Masson, Milano]. Per un corretto utilizzo dei criteri diagnostici, consiglio vivamente la lettura preliminare dei seguenti articoli: “Ansia: diagnosi, cause, cura”, “Disturbi d’ansia e classificazione diagnostica: come orientarsi”.

FOBIA SPECIFICA

CRITERI DIAGNOSTICI

A. Paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall’attesa di un oggetto o situazione specifici (per es., volare, altezze, animali, ricevere un’iniezione, vedere il sangue).

B. L’esposizione allo stimolo fobico quasi invariabilmente provoca una risposta ansiosa immediata, che può prendere forma di un Attacco di Panico causato dalla situazione o sensibile alla situazione.

Nota: Nei bambini, l’ansia può essere espressa piangendo, con scoppi di ira, con l’irrigidimento, o con l’aggrapparsi a qualcuno.

C. La persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole.

Nota: Nei bambini questa caratteristica può essere assente.

D. Le situazioni fobiche sono evitate o sopportate con intensa ansia o disagio.

E. L’evitamento, l’ansia anticipatoria o il disagio nella/e situazione/i temuta/e interferiscono in modo significativo con la normale routine della persona, con il funzionamento lavorativo (o scolastico), o con le attività o le relazioni sociali, oppure è presente disagio marcato per il fatto di avere la fobia.

F. Negli individui al di sotto dei 18 anni la durata è di almeno 6 mesi.

Specificare il tipo:

Tipo Animali;

Tipo Ambiente Naturale (per es., altezze, temporali, acqua);

Tipo Sangue-Iniezioni-Ferite;

Tipo Situazionale (per es., aeroplani, ascensori, luoghi chiusi);

Altro tipo (per es., paura di soffocare, vomitare o contrarre una malattia; nei bambini paura dei rumori forti o dei personaggi in maschera).

MANIFESTAZIONI

Le fobie causano spesso uno stile di vita limitato. Solo il 12-30% dei soggetti con Fobia Specifica cerca aiuto. Chi cerca aiuto per una Fobia Specifica lo fa generalmente per quelle fobie che compromettono il funzionamento, per es. che riguardano oggetti o situazioni comunemente incontrati. Al contrario, le fobie per il sangue, le procedure mediche e gli ambienti medici conducono a minore ricerca di aiuto.

Sebbene le fobie siano molto frequenti nella popolazione generale, raramente determinano una menomazione o un disagio sufficienti a giustificare una diagnosi di Fobia Specifica.

L’età di esordio è spesso nella fanciullezza. I fattori che favoriscono l’esordio includono eventi traumatici (come essere attaccati da animali o rinchiusi in uno stanzino), Attacchi di Panico inaspettati nella situazione temuta, vedere altri sottoposti a traumi o incidenti, la trasmissione delle informazioni (per es., trasmissione dei media di incidenti aerei, ripetuti avvertimenti dei genitori circa la pericolosità di animali). Gli oggetti e le situazioni temute tendono a comprendere cose che possono realmente rappresentare o aver rappresentato una minaccia.

#diagnosi #ansia

33 visualizzazioni

© 2017 by Pro Homine

PRO HOMINE - STUDIO DI PSICOLOGIA E PSICOTERAPIA

Via Biagio Petrocelli, 228 - 00173 Roma | Via Tuscolana, 114 - 00044 Frascati

mail: info@prohomine.it | Tel: 346 7933802